salva_btn

Veneto

Piazza Bra e Arena - Verona

L’Arena di Verona è il più grande monumento romano, non solo per il suo valore artistico ma anche per le sue dimensioni: gli assi sono 152 m. e 123 m. e l’altezza è di 30 m. L’Arena fu eretta verso la fine del I sec. d.C. Viene divisa in quattro zone dai tre corridoi con volta a botte, le gradinate hanno alla base uno zoccolo di notevole altezza e sono sostenute da una struttura radiale di 73 settori che si innalzano in diagonale.

Ogni anno nei mesi di luglio e agosto vengono rappresentati nell’Arena di Verona grandiosi spettacoli lirici. Piazza Bra è stata descritta come una delle più belle, spettacolari e rappresentative piazze d’Europa: amplissima, verde e piena di movimento. Tre lati della piazza sono formati dal secentesco Palazzo della Gran Guardia, dal neoclassico Palazzo Barbieri, sede del Comune e dall’Arena.

Torna su

Venezia

La Città più affascinante del mondo con i suoi splendori artistici, svetta (è proprio il caso di dirlo) come “la più grande delle miniature”. Identica a quella vera, solo 5 volte più piccola, Venezia, qui, è davvero un viaggio ai confini con la realtà.
Come compierlo?
Ma in barca, naturalmente!


Navigando placidamente sul Canal Grande, se ne possono così ammirare, da vicino, i 119 magnifici palazzi, approdando, dopo questo indimenticabile ed emozionante tragitto, a Piazza S. Marco, con i suoi cavalli, l’orologio, il Palazzo Ducale, il Campanile (qui alto 20 m) e magari, in futuro, anche...
i piccioni, ... alla ricerca di un nuovo “lido”! Passeggiando per la piazza, scattando fotografie agli affreschi di S. Marco, qualcuno, forse, si domanderà dove inizi il sogno e dove la realtà.
Lasciatevi trasportare da questa doppia e unica esperienza: essere a Venezia, ed essere in una Venezia dove i famosi cavalli vi guardano in faccia.

Torna su

Piazza dei Signori e Basilica di Palladio - Vicenza

La Basilica Palladiana oltre ad essere il massimo monumento della città è anche uno dei più rappresentativi del Rinascimento Veneto. 
La Basilica crea, con il motivo delle Logge Palladiane, una stupenda cornice che domina a sud la Piazza dei Signori.

Il nucleo interno della Basilica risale alla prima metà del XV sec., mentre i due ordini delle logge esterne furono edificati sul progetto di Palladio tra il 1549 e il 1614. Nel piano superiore si trova un grandioso salone gotico che occupa con un alto soffitto a carena, tutta la parte superiore dell’edificio.

Il lato della piazza di fronte alla Basilica è delimitato dalla Loggia Bernada o del Capitaniato, di sicura paternità Palladiana e dalla facciata del Monte di Pietà che ha al centro la Chiesetta di S. Vincenzo costruita tra il 1604 e il 1617 dall’architetto Bonin. Il lato breve della Piazza è delimitato da due Colonne: una recante l’emblema di S. Marco e l’altra la statua del Redentore.

Torna su

Villa "La Rotonda" di A. Palladio - Vicenza

Il progetto di questa geniale creazione del Palladio risale al 1550, ma fu compiuta dallo Scamozzi solo nel 1606. La costruzione è a pianta quadrata con corpi avanzati ionici, fronteggiati da un’alta gradinata e sormontati da statue, sui quattro fronti. Al centro vi è una scala circolare sormontata da cupola a cerchi concentrici.

Torna su

Basilica di S. Antonio - Padova

La Basilica viene chiamata dai padovani il Santo. La sua costruzione inizia nel 1232 subito dopo la morte di S. Antonio e termina nel XIV sec. La pianta è in stile romanico con alcune forme gotiche, mentre le sei cupole emisferiche e quella centrale a tronco di cono sono di carattere bizantino. Le torricelle e i due campanili ottagonali hanno un’apparenza arabesca e l’insieme forma uno scenario che conferisce al tempio un aspetto orientale.

La facciata ha nella parte inferiore quattro poderose arcate gotiche sovrastate da una galleria con archi e una doppia balaustrata. Il timpano è coronato da lesene e sottolineato da archetti pensili. Il rosone centrale è affiancato da due bifore laterali. Nella lunetta della porta mediana i Santi Antonio e Bernardino. Nella nicchia la statua di S. Antonio e di Augusto Felici. Le tre porte in bronzo, su disegno di Camillo Boito, vennero fuse nel 1895.

Torna su



polaroid

gallery foto gallery

Benvenuti nel mondo Costa - Parchi Edutainment

Vieni in Romagna
APT servizi

© 2015 Costa Edutainment S.p.a. - Tutti i diritti riservati - CF/P.IVA 03362540100 REA: GE-337946 - Capitale sociale: € 4.457.097,33 Note legali | Privacy | Tel.: +39.0541.736736 | Fax +39.0541.732203 | Credits